.
Annunci online

stazionetermini
the sexual new wave
11 settembre 2008
Eros e Thanatos

Verrà la morte e avrà i tuoi occhi-
questa morte che ci accompagna
dal mattino alla sera, insonne,
sorda, come un vecchio rimorso
o un vizio assurdo. I tuoi occhi
saranno una vana parola
un grido taciuto, un silenzio.
Così li vedi ogni mattina
quando su te sola ti pieghi
nello specchio. O cara speranza,
quel giorno sapremo anche noi
che sei la vita e sei il nulla.

Per tutti la morte ha uno sguardo.
Verrà la morte e avrà i tuoi occhi.
Sarà come smettere un vizio,
come vedere nello specchio
riemergere un viso morto,
come ascoltare un labbro chiuso.
Scenderemo nel gorgo muti.

(Verra' la morte e avra' i tuoi occhi- Cesare Pavese - Torino, 1950)




permalink | inviato da queerworld il 11/9/2008 alle 13:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
19 giugno 2008
BROKEN HEART


           

  In questa estate posticcia, mi passano accanto fatti e persone, leggi salva premier con silenzio stampa come fosse pioggerellina di marzo sul mio trench, con un gesto della mano la scrollo e continuo a camminare verso un nowhere interiore . Aspetto con ansia di partire per le vacanze quest’anno con la mia famiglia che tradizionale certo non e’ , (ex fidanzata ). Vado in Spagna sicura di non trovare la depressione sociale che invade il nostro paese in crisi economica. Raccolgo quello che ho seminato in questi ultimi otto anni, relazioni di valore, fatte di contenuti. Voglio lasciare a casa anche quella parte di me che e’ ancora ferma al bordo dello stagno a tirare sassi per vedere quanti cerchi fanno nell acqua, quella ragazzina che ancora aspetta che tornera’, il suo amore impossibile che non e’ piu amore e piu’ passano giorni piu non si capisce cos e’, cosa e’ stato.....





Guess mine is not the first heart broken,

my eyes are not the first to cry
I'm not the first to know,
there's just no gettin' over you

Hello, I'm just a fool who's willing to sit around
and wait for you

But baby can't you see, there's nothin' else for me to do

I'm hopelessly devoted to you

But now there's nowhere to hide,
since you pushed my love aside I'm not in my head,
hopelessly devoted to you
Hopelessly devoted to you,
hopelessly devoted to you

My head is saying 'fool, forget him',
my heart is saying 'don't let go'
Hold on to the end, that's what I intend to do
I'm hopelessly devoted to you

But now there's nowhere to hide,
since you pushed my love aside I'm not in my head,
hopelessly devoted to you
Hopelessly devoted to you,
hopelessly devoted to you




permalink | inviato da queerworld il 19/6/2008 alle 10:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
9 giugno 2008
MY GAY PRIDE


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. gay pride pride and prejudice

permalink | inviato da queerworld il 9/6/2008 alle 16:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
20 maggio 2008
LOVE IS A LOSING GAME


E' da ieri che mi sento un po' cosi....








"Love Is A Losing Game"

For you I was a flame
Love is a losing game
Five story fire as you came
Love is a losing game

One I wish I never played
Oh what a mess we made
And now the final frame
Love is a losing game

Played out by the band
Love is a losing hand
More than I could stand
Love is a losing hand

Self professed... profound
Till the chips were down
...know you're a gambling man
Love is a losing hand

Though I'm rather blind
Love is a fate resigned
Memories mar my mind
Love is a fate resigned

Over futile odds
And laughed at by the gods
And now the final frame
Love is a losing game








permalink | inviato da queerworld il 20/5/2008 alle 12:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
19 maggio 2008
Ciao Susy
Giovedi notte se ne andata un amica, una blogger coraggiosa, che non ha permesso alla sua malattia, un mieloma, di impedirle di comunicare, di esserci, di raccontare di se e della sua meravigliosa vita.Ti voglio dedicare questa canzone dei Radiohead e ricordarti bellissima e leggera come nei tuoi racconti di vita ambientati nella  Africa nera.  Mi mancherai susy, ci vediamo...





Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. radiohead creep susy mieloma

permalink | inviato da queerworld il 19/5/2008 alle 19:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
8 maggio 2008
Mia cara vecchia elsa
 "da quando l'avevo baciata, io non potevo rivederla  senza provare un batticuore mortale. Quest'ansia poi mi diventava in presenza di lei , anche uno struggimento, quasi un amarezza d'ingiustizia, e una rabbia.......di tutti gli innumerevoli minuti che componevano il nostro passato comune, io rivedendola,  ne ricordavo uno solo : quello in cui l'avevo baciata"

                                     (L'isola di Arturo - Elsa Morante)







permalink | inviato da queerworld il 8/5/2008 alle 15:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
8 maggio 2008
The dark side of the life
Sogno stanotte che un giovane uomo, nel sogno mio fratello è fuori di testa, problematico, la famiglia non gli parla più, si introduce in casa e cerca di provocare tutti ma i familiari non gli parlano, chiede soldi, forse è ubriaco, io penso che è atroce che la madre faccia finta che lui non è nella stanza. Io intervengo e lo caccio di casa, lo minaccio e chiamo la polizia. La polizia arriva ma io ho paura che scoprono che sia lì perchè è ricercato e non voglio finisca in galera, infondo è uno della famiglia. Denuncio il fatto poi mi sveglio.

Dinuovo la mia lotta estenuante tra il mio super io normalizzante e al mia fragilità destabilizzante.





permalink | inviato da queerworld il 8/5/2008 alle 12:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
7 maggio 2008
MOODLE
Annaspo nella solitudine del mio soggiorno fiorentino ma che bello il corso su MOODLE, mi distrae perfino dalle mie solite noiose disavventure sentimentali...



permalink | inviato da queerworld il 7/5/2008 alle 16:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
5 maggio 2008
Odio Firenze

 Venire a Firenze lo odio, non so perchè o forse lo sò, è piccola e non è bella come Roma, poi sono sola e qui il tempo è nuvoloso. Stò diventando come un fungo sotto la quercia, mi sposto solo se qualcuno mi coglie per mangiarmi. Ma attenti a volte i funghi sono  velenosi....




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. firenze funghi veleno

permalink | inviato da queerworld il 5/5/2008 alle 13:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
28 aprile 2008
DISFATTA
I miei ricordi di infanzia annoverano i racconti di mamma e papa' riguado il periodo fascita. Uno degli aneddoti che mi spaventava di piu e' quando le sqadracce fasciste andavano dal sarto, un attivista antifascista, che abitava nella casa di fronte a quella di mamma, lei si tappava le orecchie con il cuscino per non sentire le urla strazianti sue e della moglie quando gli somministravano l'olio di ricino. A volte andavano anche a casa loro perche' mio nonno non hai mai accettato di farsi la tessera del partito, cosi bussavano alla porta e nonna faceva nascondere tutti i figli compresa mamma che aveva solo 8 anni sotto i letti, lei si sedeva in cucina e nonno apriva la porta per dare spiegazioni. Mio nonno non poteva lavorare perche' non aveva la tessera del partito e quindi a volte nonna pur di far mangiare i figli si inventava una sorta di ramadam,  oltre a vendere con grande umilta'  tutto il suo corredo alle vicine per comprare da mangiare. Mamma nonostante l'eta' era quella addetta alle file per avere i viveri durante la guerra e per racimolare dei soldi che poi dava a nonna faceva la fila per tutte le persone del palazzo. Quando mi raccontava queste cose le si inumidivano gli occhi perche' per un bambino capire fino in fondo che vuol dire per un uomo sacrificare la propria  famiglia per un ideale e' una cosa complessa. Continua....(dopo cena)



permalink | inviato da queerworld il 28/4/2008 alle 20:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 74493 volte




IL CANNOCCHIALE